Manca poco alle tanto agognate ferie!

C’è chi andrà al mare e chi andrà in montagna, ma la maggior parte di noi, comunque, dedicherà almeno un giorno a una passeggiata nelle nostre Orobie!

 

 

E per noi pescatori, Orobie è sinonimo di laghetti alpini!

 

Negli ultimi mesi, molti pescatori ci chiedono informazioni precise sui regolamenti relativi ai laghetti alpini, trovando qualche dubbio leggendo il solo prontuario.

 

Con questo articolo, cerchiamo di fare chiarezza una volta per tutte sulle pesca in questi meravigliosi posti!

 

Partiamo dal presupposto che raccontare di tutti i laghetti alpini è impossibile per diversi motivi.

 

Inoltre, quelli che a noi interessano sono solo quelli che contengono pesci! Le specie presenti in questi ambienti sono le seguenti:

• Trota fario (Salmo trutta trutta)
• Trota iridea (Oncorhynchus mykiss)
• Salmerino alpino (Salvelinus alpinus)
• Salmerino di fonte (Salvelinus fontinalis)
• Salmerino canadese (Salvelinus namaycush)
• Sanguinerola (Phoxinus lumaireul)

 

Prendendo spunto dai Bacini di Pesca della Valle Seriana e Valle Brembana, ecco tutti laghi in cui è presente fauna ittica:


Val Brembana

• Lago Becco (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Carona (sanguinerola, trota fario, salmerino, iridea);
• Lago Cassiglio (trota fario);
• Lago Colombo (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Diavolo (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Fregabolgia (sanguinerola, trota fario);
• Lago Gemelli (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Marcio (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Bernigolo (trota fario, salmerino, vairone);
• Lago Moro (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Pian Casere (sanguinerola, trota fario, salmerino, iridea);
• Lago Rotondo (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Sardegnana (sanguinerola, trota fario);
• Lago Valmora (sanguinerola, trota fario, salmerino)

 

 

Val Seriana


• Lago Aviasco (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Barbellino inferiore (sanguinerola, trota fario, salmerino, trota iridea);
• Lago Barbellino superiore (dati non pervenuti);
• Lago Campelli Alto (dati non pervenuti);
• Lago Cernello (sanguinerola, salmerino);
• Lago Nero (trota fario, salmerino);
• Lago Sucotto (dati non pervenuti);

Per il bacino Valle Camonica e Valle di Scalve, non è menzionato alcun lago in particolare, ma grazie a un documento della Provincia del 2001 possiamo, in modo sommario, fornirti i laghi principali della zona:

• Lago Asinina Inferiore (sanguinerola);
• Lago Asinina Superiore (sanguinerola, salmerino);
• Lago Gleno (sanguinerola, trota fario, salmerino);
• Lago Valbona (non dovrebbero essere presenti pesci)
• Lago Valli Inferiore (non dovrebbero essere presenti pesci)
• Lago Valli Intermedio (non dovrebbero essere presenti pesci)
• Lago Valli Superiore (non dovrebbero essere presenti pesci)
• Laghi Venerecolo (sanguinerola, trota fario, salmerino);

Attenzione!

In questa lista non sono nominati tutti i laghi dei relativi bacini (es. Laghi del Cardeto per la Valle Seriana). Il motivo è presto detto: in tutti i laghi non menzionati infatti, è fatto DIVIETO, anche a Provincia, Regione ed Enti, di seminare specie ittiche.
E, tenendo conto di quanto sia rara e difficile una riproduzione naturale nei laghetti alpini da parte dei salmonidi, è inutile citare i suddetti laghi in quanto appare chiaro come senza semine presto la popolazione possa scomparire dai laghetti in cui non sono effettuati ripopolamenti costanti.

Inoltre, in alcuni dei laghi citati come per esempio quelli del Cardeto, sono state compiute delle operazioni di recupero e prelievo dei pesci da parte degli enti, in quanto erano in grado di minacciare seriamente le popolazioni di rana rossa di montagna (Rana temporaria), tritone di montagna (Triturus alpestris) salamandra nera (Salamandra atra) e Salamandra pezzata (Salamandra pezzata).

REGOLAMENTO

Pertanto, in TUTTI i laghi alpini della valle Seriana, Brembana, Val Camonica e Val di Scalve, situati al di sopra dei 1500m di quota, la pesca è consentita nel rispetto del seguente regolamento e dei seguenti divieti:

1) L’esercizio della pesca per ogni specie ittica è consentito dalle ore 6.00 del 1 maggio alle ore 18.00 della prima domenica di ottobre:
2) La pesca nelle acque di questi bacini può essere esercitata solo da un’ora prima dell’alba sino ad un’ora dopo il tramonto.
3) La misura minima della Trota Fario è 25cm, 18cm per la Trota Iridea e 40cm per la Trota Marmorata e suoi ibridi.
4) Per ogni giornata di pesca il pescatore dilettante non può catturare e detenere più di: 4 capi complessivi di salmonidi (trote di tutte le specie e salmerini) con il limite di 1 capo di Trota marmorata e suoi Ibridi , 1 capo di Temolo, 3 Kg di pesce, e con il limite massimo di 1 Kg di Vaironi.

5) In tutte queste acque la pesca da natante non è consentita.

6) È consentito l'uso di una sola canna lenza, con o senza mulinello, armata con un massimo di 3 esche naturali o artificiali.

7) È sempre vietato detenere e utilizzare larve di mosca carnaria, sia come pastura che come esca e pasturare in qualsiasi forma

8) È vietato l’utilizzo del pesce vivo come esca.

Bene! L’articolo è finito!
Ti ricordiamo che nel nostro negozio puoi trovare tutto l’abbigliamento e l’attrezzatura da pesca che hai bisogno per la pesca nei laghetti alpini!
Giacche, Pile, Felpe, Pantaloni, Scarponi, Cappelli, Berrette, Sciarpe, ma anche canne da pesca, mulinelli, fili, esche, artificiali dei migliori brand come Daiwa, Shimano e tanti altri!

Tuttopesca si trova sul lago di Endine, lungo la provinciale in Via Nazionale, 2975, a Ranzanico BG!  

✉ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
📞 035 819365