Ciao pescatore, oggi parliamo di un pesce che non è presente nel lago di Endine, ma che per anni è stato tra le specie più diffuse in tutta la bergamasca: il pesce gatto!

Arrivato in Italia a fine 800’ dagli Stati Uniti, ha visto negli anni 70’ e 80’ una vera e propria esplosione demografica.

In realtà, nel nostro territorio sono arrivate ben 3 specie diverse di pesce gatto (Ameirus melas, Ameirus nebolusus, Ameirus natalis -che si distinguono tra loro per piccole differenze-) ma per comodità in questa sede ne parleremo come se fosse una specie unica, Ameirus melas.

Il lago d’Iseo, le Torbiere, i rami laterali dell’Adda ne erano letteralmente invasi. Bastava lanciare una qualsiasi esca e il primo pesce ad arrivare era lui. Poi, nel 1992, in Italia è arrivato un virus (iridovirosi del Pesce gatto) che ne ha praticamente azzerato la popolazione.

Per anni è stato la preda più ambita dai pescatori del Po. Ancora oggi, certi pescatori del Cremonese e della Pianura Padana, sono alla disperata ricerca di pesci gatto per poterli cucinare!

In provincia di Bergamo, oggi lo si può trovare, in modo più o meno sporadico, nel lago d’Iseo, nelle lanche dell’Adda e in qualche laghetto privato.

A differenza dei pesci gatto che popolano le acque del Po e l’Arno Fiorentino (su queste specie nei prossimi mesi magari faremo post approfondito), le dimensioni massime sono ascrivibili a 1kg di peso, anche se negli Stati Uniti sono stati catturati melas di oltre 3kg!

La sua pesca non è facile solo sulla carta. Sebbene dove siano presenti in buon numero le catture non stenteranno ad arrivare, è anche vero che ci sono giornate in cui sono totalmente apatici. In qualche occasione, puoi vedere la palla di pesci gatto snobbare completamente qualsiasi tipo di esca.

Quando è giornata invece, mangiano su una vasta gamma di esche come mais, cagnotti, vermi, pezzi di carne, wurstel o pezzi di pesce.

I grandi esemplari li vedi spesso coperti da una palla di piccoli pescigatto, in quanto è una specie che fa cure parentali prima e dopo la schiusa delle uova, rendendola altamente prolifica.

 

 

NOTA. Essendo originario degli Stati Uniti, definirlo Pesce Gatto “Nostrano” è completamente errato. Ricordatelo quando parli del melas con altri pescatori, altrimenti la figuraccia è dietro l’angolo.

E tu, conosci altri posti dove si trovano i pesci gatto a Bergamo? Diccelo sul post in Facebook oppure scrivici, saremo lieti di aggiungerlo al’articolo!

A presto, Omar