Carrello vuoto

Ciao, oggi parleremo di un argomento un po’ diverso dal solito ma di cui tanti clienti ci chiedono informazioni: le malattie dei pesci.

Mentre siamo in pesca, capita spesso di trovare pesci in difficoltà visibilmente malati ma di cui non ne conosciamo le cause e la patologia.

 

 

 

Ehilà pescatore, se hai già frequentato le amate sponde del nostro lago, sono sicuro che hai già fatto una sessione giornaliera!

Ma se non sei in cerca di carpe o siluri, può essere che una pescata in notturna tu non l’abbia mai fatta.

In questo articolo, voglio proprio parlarti della pesca notturna sul lago di Endine, comprese le specie insidiabili, le tecniche di pesca maggiormente praticate e i regolamenti da seguire.

 

 

Ciao, proprio in questi giorni avrai sicuramente letto questo articolo, preparato dalla BBC, sulla trota iridea

https://www.bbc.com/news/world-asia-china-45178638

In sostanza, La CAPPMA, l’ente del governo cinese che si occupa di regolare il mercato dei prodotti ittici, ha stabilito che in Cina la trota iridea, potrà essere etichettata e venduta con il nome di “salmone”, causando molte proteste.

Lo sanno anche i muri, i pescatori sono una razza scaramantica: nostro papà ci ha insegnato alcune tradizioni e rituali superstiziosi e noi le insegneremo ai nostri figli. Alzi la mano chi davanti a un “Buona pesca” pre-sessione da parte di un conoscente ad esempio, non si sia mai lasciato andare a gesti inconsulti e smorfie incontrollate, certi che l’augurio avrebbe portato a un cappotto assicurato. 

Anche se ci ha fatto rimanere in attesa più del dovuto l’estate è finalmente arrivata.

Le giornate si allungano, le temperature si alzano e rigogliose piante fioriscono sulle sponde dei nostri amati fiumi e laghi.

 

Ciao, oggi vogliamo parlarti di una delle tecniche più efficaci per la cattura del lucioperca in tutte le acque italiane e non: la pesca con il morto manovrato o mort-maniè.

Probabilmente ne avrai già sentito parlare, ma non l’hai mai testata qui sul lago pensando di fare cappotti colossali.

 

Ci siamo. Con la chiusura della trota nelle acque di tipo B, i pescatori più incalliti di trote cominciano la loro stagione a laghetto.

 

Ed è proprio a laghetto che, negli ultimi anni, è nato un tipo di pesca specifica al salmonide, il Trout Area.

Golosa novità per tutti i carpisti del Lago di Endine!

Se prima pensavi che eravamo ben forniti con le esche da carpfishing, aspetta di vedere quello che abbiamo in serbo ora!

Ciao, dopo aver realizzato una ventina di articoli sul nostro amato lago, per te Endine non dovrebbe più avere segreti!

Ed è per questo che ora hai bisogno di nuovi stimoli e di una realtà ancora più grande, per certi versi più difficile, ma proprio per questo più affascinante!

Siete stati in tanti a chiedercelo in questi anni. Davvero troppi per far finta di niente e trascurare la questione.

E così, viste anche le recenti catture di alcuni nostri clienti con esemplari prossimi ai 2 metri, abbiamo deciso di realizzare un articolo per mettere in chiaro la questione una volta per tutte raccontando le tecniche più redditizie per la cattura dei siluri sul lago d’Iseo.

Sei pronto angler? Si parte!

Ciao carpista, sono sicuro il clima di questi giorni ti starà dando emozioni uniche, non è vero?

Con l’arrivo della Primavera infatti, le giornate si allungano e la temperatura del lago aumenta di giorno in giorno.

Ciò significa solo una cosa: CARPE CARPE CARPE!!

Non stai più nella pelle. Sono passati ormai quasi due mesi dalla chiusura della trota e sei già in astinenza totale. Le sogni anche la notte, quelle maledette.

Ma per fortuna che si sta entrando nel periodo caldo della pesca al laghetto. Per fortuna puoi tornare a lanciare la tua canna e a prendere trote!

Negli ultimi anni vi è stata una predisposizione, da parte di molti pescatori di acqua dolce, di rilasciare il pesce che hanno appena catturato (catch & release). Ma siamo sicuri di farlo sempre nel migliore dei modi?

La aspettavi da tutto l’anno e ormai è arrivata. Si, sto proprio parlando di lei, dell’estate. Della stagione che più di tutte ti permette di pescare per moltissime ore durante il giorno e che è davvero redditizia qui sul lago di Endine per tinche, siluretti, bass, anguille, perca e carassi. Se vuoi pescare questi pesci, questo è davvero il momento migliore per farlo.

A pesca di agoni sul lago d’Iseo

Manca poco. Ancora una quindicina di giorni e tornerai a divertirti come un bambino. Ma come? Ti sei già dimenticato il perché? Allora te lo dico io. Il 15 giugno apre la sardina e il lago d’Iseo tornerà a ripopolarsi di migliaia di appassionati, assiepati sulle sponde alla ricerca del loro pesce preferito. E se sei come uno di loro, non puoi perderti i primi giorni di pesca. Altrimenti dovrai aspettare l’anno successivo per rivedere tante catture, diamine.

Ce l’hai fatta. Dopo mesi di duro lavoro, le meritate vacanze. Quest’anno hai deciso che un po’ di giorni di pesca non te li leva nessuno: neanche tua moglie, diamine. Tuttavia, sai benissimo quanto la famiglia sia importante e pertanto devi scegliere un posto che possa andar bene anche a loro.

Così hai guardato un po’ in Internet e hai trovato un luogo che ti ha immediatamente colpito per la sua bellezza e tranquillità: il lago di Endine. Ci sono diversi ristoranti, pizzerie, bar e locali adatti a ogni genere di necessità oltre a percorsi in montagna e piste ciclabili per gli amanti delle due ruote e della montagna.

E la pesca? Hai scoperto che hai la possibilità di pescare a spinning, a mosca, a carpfishing, a bolognese e con in vivo. A quanto hai letto poi, sembra che anche la taglia dei pesci non scherzi affatto: lucci da 15kg, siluri da due metri e passa, carpe da 30kg e poi tinche, persici e scardole...il paradiso!!!.

Benvenuto pescatore! Se cerchi informazioni riguardanti la pesca al luccio nel lago di Endine, sei nel posto giusto! In questo breve articolo, ti racconteremo quali sono i migliori periodi per insidiarlo e i metodi di pesca più fruttuosi. Pronto a ferrare? Sbaammm!

Benvenuto pescatore, se cerchi informazioni sulle specie di pesci presenti nel lago di Endine, in questo articolo troverai ciò che cerchi. Prima di elencarti tutte le specie, devi sapere che in questo lago, nonostante le immissioni di misto Po degli anni 80, vive ancora un discreto numero di specie autoctone, ormai rare in molto altri laghi e fiumi d’Italia. Per questo motivo, ti chiediamo di pensarci su due volte prima di portare a casa i pesci indigeni delle nostre acque! Ma ora, spazio ai pesci. Pronto a ferrare? Sbaamm!

Pescare nel lago di Endine.


Ciao pescatore, se cerchi informazioni sulla pesca nel lago di Endine e sulle relative tecniche, benvenuto! Abbiamo scritto questa pagina proprio per te. Informazioni Generali Il lago di Endine è un bacino lacustre della Provincia di Bergamo di 2,1 km². Situato a 337 m s.l.m. nella Val Cavallina, si estende per un perimetro di circa 14 chilometri ed è diviso tra quattro comuni: Endine Gaiano, Monasterolo del Castello, Ranzanico e Spinone al Lago.  

Tutto Pesca Lago di Endine

Tutto Pesca dei F.lli Sangalli Snc © - P.Iva 03580510166

Hot

Materiale da costruzione

Cerca